Pete Turner | Push

Push. Immagine dal sapore fortemente surreale, ci invita a perderci in un luogo deserto, inanimato e quiete. Qui il fotografo statunitense, Pete Turner, considerato tra tutti i fotografi contemporanei come il maestro del colore, scatta un’instantanea di un paesaggio perfettamente equilibrato. Linee direzionali sono parallele all’orizzonte: la sabbia, il verde del mare, e poi c’è il cielo, di un blu infinito. Quest’ultimo ha la stessa tonalità di quello che Giotto affresca nella Cappella degli Scrovegni. In primo piano c’è uno strano oggetto con la scritta “Push”, forse basta spingere per entrare nella dimensione del blu, oltremare, quella dell’illimitato.

Push. This image has a strong surreal tone, it invites us to lose ourselves in a desert, inanimate and quiet place. The american photographer Pete Turner, was considered among all contemporary photographers as the color master, in this case it takes a snapshot of a perfectly balanced landscape. Directional lines are parallel to the horizon: the sand, the green of the sea, and then there is the sky, of an infinite blue, it could be the same of Giotto’s frescoes in the Scrovegni Chapel. In the close-up there is a strange object with the word “Push”, maybe we just push to get into the size of the blue, overseas, of the absolute.

Pete Turner, Push, 1970

Lascia un commento