Luca Abbadati | Await Giugiaro

La fotografia di Luca Abbadati (Brescia, 1981) ritrae un paesaggio privo di riferimenti precisi e assoluti, che hanno come soggetto preponderante l’elemento architettonico. I suoi scatti sono descrittivi, oggettivi, volutamente impersonali in cui sono assenti soggetti umani. In questa foto racconta lo spaccato dell’antitesi Made in Italy tra l’inefficienza e il successo. L’architettura del mercato ittico di Viareggio è coinvolta in una vicenda che si trascina dall’anno 2011, quando a causa dello stato fatiscente e per la carenza di norme igienico sanitarie erano stati avviati i lavori di costruzione di un nuovo mercato, che rimane tutt’oggi nello stato di scheletro architettonico, per non essere mai concluso. Il vecchio mercato viene chiuso per pochi giorni nell’ottobre del 2016 e riaperto poco dopo una rivolta dei pescatori. Nascosta dietro l’architettura la Panda, simbolo dell’epoca degli anni Ottanta e della storia di successo italiano del designer Walter Giugiaro, che dopo un periodo di lavoro per il gruppo Fiat, fonda il Giugiaro Design per realizzare progetti destinati ai settori del transport, dei beni durevoli e di consumo. La foto racconta storie di conflitti del settore terziario, nel quale dovrebbero trovarsi i successi e gli sviluppi di un’intera nazione. Così la magnetica volata azzurra che ci inghiottisce, ci allontana solo per un momento dalla corrotta burocrazia, facendoci sospirare per la bellezza del paesaggio italiano e di tutti i suoi frutti.

Luca Abbadati, Giugiaro, Await series, 2018, Fine Art Smooth Matte 100% Cotton Fibre su alluminio Dibond, 1/10, 80 x 120 cm

Lascia un commento